d
  /  Eventi   /  Marmomacc 2012: innovazione e sostenibilità nel design del marmo

Marmomacc 2012: innovazione e sostenibilità nel design del marmo

Durante l’edizione del Marmomacc 2012, Pusterlamarmi ha collaborato con il designer Lorenzo Damiani per presentare un allestimento rivoluzionario. L’idea centrale era di risparmiare la maggior quantità possibile di marmo, utilizzando lastre ultrasottili che possono essere piegate e persino pieghevoli. Questa innovazione ha permesso la creazione di oggetti e mobili leggeri, riducendo l’uso del materiale fin dalla fase progettuale, in linea con il tema ecologico dell’evento.

Di seguito, l’intervista al designer Lorenzo Damiani che spiega l’allestimento e l’innovazione introdotta.

Intervista al designer Lorenzo Damiani: spiegazione dell’allestimento fatto per il Marmomacc 2012

L’idea di base è molto semplice: risparmiare la maggior quantità di marmo possibile nella realizzazione degli oggetti sia per l’intero sia per l’esterno, ed anche per l’architettura. Il punto principale dell’allestimento e quindi degli oggetti esposti, è utilizzare delle lastre sottili di marmo che possono essere addirittura piegate, sino ad arrivare ad essere pieghevoli; le lastre esposte sono quelle da cui vengono ricavati gli oggetti, si può notare quindi il lavoro sartoriale che ha permesso di creare delle soluzioni credo fino ad ora inedite nel campo del marmo.

Il marmo è un materiale che è stato “saccheggiato” per molti anni, quindi si è pensato di iniziare a realizzare una collezione di mobili e di oggetti d’arredo utilizzando un marmo sottile, il tutto grazie ad una tecnologia che ci permette di utilizzare e piegare lastre ultrasottili; questo permette di realizzare delle forme inedite con delle tecnologie inedite nel senso che prima d’ora le forme utilizzate potevano essere solo ricavate dal pieno mentre adesso sono completamente leggere all’interno e ciò comporta un risparmio in termini di peso ed in termini di utilizzo della risorsa vera e propria, motivo per cui la collezione aderisce in pieno al tema di Marmomacc 2012, cioè l’aspetto ecologico. Il risparmio delle risorse non è alla fine del ciclo produttivo come magari si pensa, recuperando gli scarti, ma proprio all’inizio della fase progettuale utilizzando la minor quantità possibile di materiale. La flessibilità delle lastre è un concetto che sembra contro natura: il marmo è sempre stato concepito come materiale molto rigido e molto secco, mentre noi siamo riusciti a dare una sorta di nuova vita e di nuova possibilità d’impiego. Questa voglia di sperimentare ha dato modo di creare due concetti ben distinti:

  • Il marmo piegato, ovvero che si piega una volta sola e rimane in posizione; ben visibile negli elementi curvi e statici;
  • il marmo pieghevole, che parte da una condizione di normalità e si flette sotto il peso della persona che lo utilizza; visibile, ad esempio, nella “panchetta flessibile”; ed è una novità che stravolge la normale concezione del materiale stesso.
a

Tue ‒ Thu: 09am ‒ 07pm
Fri ‒ Mon: 09am ‒ 05pm

Adults: $25
Children & Students free

673 12 Constitution Lane Massillon
781-562-9355, 781-727-6090